Fuori dal guscio

on Giovedì, 16 Aprile 2015.

eggs-previewUno dei problemi che affronta da subito chi si occupa di reti sociali è quello di stabilirne i confini (Wassermann & Faust, 1994).

Ma quali network tra persone possono restare confinati nel piccolo cortile degli “italiofoni” in un mondo che, nel 2015(!), si muove su scala globale?

Per non parlare poi dei moltissimi mezzi che ora abbiamo per essere connessi…in un click…o meglio..in un tap..

Networking è un termine spesso usato come sinonimo di creare opportunità.

Ecco. Se la vediamo da questo punto di vista: perché limitare le nostre opportunità al circolo degli italiofoni?

Non sarebbe meglio alzare il periscopio e fare rotta verso il mare aperto?

Con quest’idea di varcare i confini (cos’altro aspettarsi dagli indegni discendenti di un popolo di navigatori?), per vedere nuove opportunità, nascerà a breve un nuovo format di questo blog: Net-O-Scope.

Un punto di vista su networking e reti sociali con una nuova veste grafica e in lingua inglese.

In attesa del varo…un omaggio doveroso agli "arditi" di questi e d’altri tempi… 

https://youtu.be/3dNury56_dI

Riferimenti

  • Wasserman, S., & Faust, K. (1994). Social network analysis. Cambridge University Press.
  • “Il secondo tragico fantozzi” regia di L. Salce, Rizzoli Film, 1976.

Comments (0)

Leave a comment

You are commenting as guest.